“LE QUATTRO MOGLI DI FEDERICO II DI SVEVIA” – Primitivo di Gioia del Colle, Aglianico del Vulture, Nero di Troia su tela

Un quadro realizzato appositamente come tributo allo Stupor Mundi letto in chiave “passionale”: Federico II ebbe quattro mogli, le prime tre gli furono imposte dalla ragion di Stato ben rappresentata dai papi, mentre amò sinceramente l’ultima con la quale visse un rapporto avvolto dal mistero, sotteso fra storia e leggenda.

In realtà le mogli di Federico furono utili solo per fornire qualche erede legittimo alla Casa di Svevia, in aggiunta ai più numerosi bastardi; ma nessuna di loro riuscì a giocare un ruolo politico apprezzabile, schiacciate dalla personalità del marito ed oltre tutto sempre chiuse nei palazzi dorati della Corte. Per questa tela, in esposizione ad Altamura presso Studio 52 dal 21 Aprile al 5 Maggio, ho utilizzato tre vitigni autoctoni. L’aglianico del Vulture per Costanza D’aragona, caratterizzata dal suo celebre Camaleuco, Aglianico e Primitivo di Gioia del Colle per Elisabetta D’Inghilterra, Nero di Troia per Elisabetta di Brienne e Primitivo di Gioia del Colle per la bellissima Bianca Lancia, che, con i seni tagliati, sorregge il vassoio che fece recapitare, in punto di morte all’Imperatore. Per Federico II, che si impone centralmente e prevale sulle figure intorno a lui, ho utilizzato tutti e tre i vitigni.

Annunci
Immagine | Questa voce è stata pubblicata in TELE DIPINTE CON VINO ROSSO e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...